Sherlock Holmes e il mastino dei Baskerville di Arthur Conan Doyle.

By |2017-10-16T15:55:28+00:00settembre 26th, 2017|Recensioni|0 Comments

Sir Charles Baskerville viene trovato morto.

Accanto a lui l’unico indizio dell’omicidio: le inquietanti
impronte di un cane enorme.
Nel Settecento, anche un suo nobile antenato, Sir Hugo, era stato ucciso da
un mostruoso mastino nelle paludi di Dartmoor. Sulla famiglia Baskerville sembra essersi abbattuta una
tremenda maledizione, e c’è un solo investigatore capace di fare luce sul mistero. Con l’aiuto del suo
assistente Watson, Sherlock Holmes si avventura nelle paludi nebbiose circondate dall’inquietante
brughiera, per risolvere un caso avvincente ma decisamente complesso.
Come si fa a trovare il movente di un omicidio se l’assassino è un cane che attacca con furia cieca?
Chi è, in realtà, l’omicida disumano, il bestiale serial killer?

La trama moderna ed attuale, l’ottima ambientazione nell’Inghilterra vittoriana e il
gusto gotico di questo romanzo lo rendono un’opera straordinaria e intramontabile.